Acquisto prima casa Guida utile

Acquisto prima casa Guida utile

L’acquisto di una prima casa per molti è una tappa importante per la propria vita. Sia per molti giovani single che sposati. L’elevato prezzo sul mercato della casa e sui mutui di conseguenza scoraggia molti per l’acquisto.

L’Italia rispetto agli altri stati europei presenta una % elevata di proprietari immobiliari. Secondo i dati Istat è stato confermato che le famiglie che vivono all’interno di case di proprietà sono aumentati del 13%.

L’acquisto di un immobile è un momento importante della vita spesso pieno di tanti ostacoli sia economici che burocratici. Prima di passare all’azione è sempre meglio valutare tutti i dettagli al fine di ottimizzare le risorse e limitare gli errori.

 

Acquisto prima casa Guida utile: La scelta della prima casa e tutte le variabili da prendere in considerazione

La scelta della prima casa è un passo importante da compiere, proprio per questo motivo non bisogna essere del tutto precipitosi ma va scelta con moderazione magari consultandosi anche con amici o parenti o conoscenti prima dell’acquisto.

La prima cosa da considerare è di scegliere la zona, quindi che non sia né troppo lontana dal posto di lavoro e dai centri commerciali, per facilitare gli acquisiti, quindi che si trovi in una zona che si collega ai mezzi pubblici o ai collegamenti autostradali.

In genere, nella scelta del luogo, in molti prendono in considerazione che la propria casa sia vicino ad amici o genitori, nel caso abbiano bisogno di una mano per il mantenimento dei figli o per un maggior supporto in qualsiasi occasione imprevista.

Acquisto prima casa Guida utile: quale tipologia scegliere?

Villetta a schiera, appartamento monolocale, bilocale, loft o case in corte?

Villetta a schiera

Prima di acquistare una villetta a schiera bisogna far molto attenzione alle proposte offerte dalle agenzie immobiliari. Spesso quelle vendute a poco prezzo vantano di innumerevoli svantaggi, come la zona isolata e lontana da mezzi pubblici, un giardino molto piccolo dove non è possibile parcheggiare la propria macchina all’interno.

L’acquisto di una villa sicuramente avrete una maggiore autonomia e tranquillità e di decidere cosa fare senza avere un contatto con altri proprietari.

Ovviamente ci saranno dei risparmi sulle spese condominiali, ma per quanto riguarda le spese di manutenzione di conseguenza saranno tutto a carico del proprietario.

Monolocale o bilocale?

In genere un monolocale ha un soggiorno, una cucina ed un bagno. Esistono alcune tipologie con una camera da letto o un balcone.

Per una giovane coppia il bilocale potrebbe essere il giusto compromesso per non spendere grossi somme di denaro e poter arredare con gli giusti spazi la camera del proprio bambino.

Che con pochi metri quadrati può trasformarsi in trilocale. Quindi bisogna valutare bene se si preferisce avere due bagni, due camera da letto e un ripostiglio oppure delle stanze grandi con un solo bagno.

I loft

I loft sono una tipologia di case americane. Sono molto particolari perché si presentano senza pareti. Sono adatte principalmente a single e non a coppie, in genere questa tipologia di appartamento sono molto ampi.

Case in corte

Un tempo erano molto utilizzate quelle di cascina o con cortile dove gli inquilini diventavano tutti una vera e propria famiglia.

Questa tipologia di case piace molto ancora oggi, ha spinto a nuovi architetti a costruirne nuove.

In genere sono formati da monolocali e sono anche privi di spese condominiali. L’unico aspetto negativo riguarda la tutela della privacy, che può portare ad un maggiore disagio.

 

Acquisto prima casa Guida utile: Mutuo prima casa

Il mutuo per la prima casa non è altro che un prestito di natura ipotecaria pensato per chi ha bisogno di acquistare un immobile e decide di scegliere un mutuo con delle agevolazioni molto interessanti. Secondo alcuni indagini sui mutui circa il 60% delle richieste sono in genere per la prima casa.

Sicuramente prima dell’acquisto bisogna farsi un’idea sulla cifra che si spenderà. Bisogna farsi un’idea complessiva di tutte le spese dell’immobile.

Per questo prima di procedere all’acquisto è sempre meglio valutare i differenti fattori e se ci sono eventuali bonus che possono agevolare i futuri acquirenti.

Acquisto prima casa Guida utile: Bonus prima casa a chi aspetta?

Per poter accedere al bonus della prima casa, l’immobile non deve rientrare nella categoria A1, A8 ed A9. Il contribuente dovrà dichiarare in sede e rispondere a tutti i requisiti, deve dichiarare l’immobile a quale categoria appartiene per ottenere l’aliquota agevolata. Sono alcune sono le categorie che possono beneficiare per la prima casa e sono: A/2 le abitazioni civili, A/3 le abitazioni economiche, A/4 le abitazioni popolari, A/5 le abitazioni ultra popolare, A/6 le abitazioni rurali, A/7 le ville, A/11 abitazioni dei luoghi.

Per quanto riguarda la residenza, invece, l’immobile dovrà trovarsi nello stesso comune del beneficiario, dovrà essere residente dal almeno 18 mesi. Ma per quanto riguarda esistono anche delle eccezioni: l’immobile potrà trovarsi anche in un altro comune, dove però l’acquirente in quel caso dovrà svolgere un’attività lavorativa; anche se lavora all’estero potrà ottenere questa agevolazione avendo la sede in Italia dovrà portare il certificato di iscrizione all’AIRE.

Quindi per poter beneficiare di questo bonus, l’acquirente non dovrà possedere nessun immobile né in comunione dei beni con il rispettivo coniuge e nemmeno in usufrutto o di nuda proprietà su un altro immobile.

Quando si perdono le agevolazioni?

Per quanto riguarda la perdita delle agevolazioni sulla prima di casa ne perdono il diritto chi dichiara il falso, se non si ha il trasferimento entro i 18 mesi dall’acquisto dell’immobile, in casi di vendita o donazione della prima casa prima dei 5 anni dall’acquisto. In questo caso si pagherà  la differenza dell’imposta che non è stata versata ed una sanzione pari al 30%.

Nel caso contrario le agevolazioni, non si perdono se entro un anno dalla vendita si acquista un immobile all’estero , che sia di dimora abituale. Sempre se entro un anno dalla vendita, si acquista un terreno e lo adibisce per creare un’abitazione principale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici).
Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy